Benvenuti in La Plantze

Benvenuti in La Plantze - La Plantze

Sono Henri Anselmet e ho fondato l'azienda vitivinicola La Plantze dopo numerosi anni trascorsi in vigna e in cantina affiancando Giorgio Anselmet, il cognome non è casuale, nelle produzioni di Maison Anselmet, ho deciso di assumermi oneri, e mi auguro futuri onori, iniziando con una vigna molto promettente a circa 800 mt di quota, totalmente gestita da me.

Poichè al momento la mia priorità è produrre vino e produrlo bene, ho deciso di far realizzare un sito 'agile' costituito da una home page in cui trovare alcuni riferimenti e una pagina dove possiate comunicare con me: per conoscerci, per farvi avere le novità che in una fase di avvaimento saranno tante e stimolanti, dove possiate soddisfare le vostre curiosità se avrete la pazienza di attendere un poco per la mia risposta. Sto dedicando molto tempo a vigna e cantina e quindi gli scambi di email non saranno istantanei. Stesso discorso per la pagina FB, arriverà, ma non ora.

Questo sito vi consentirà di iniziare a conoscermi, di condividere il mio percorso di crescita, di essere aggiornati sulle novità (che essendo l'azienda cosi giovane  dovranno essere tante). Questo sito mi consentirà di mantenere un contatto costante con voi, per poter ascoltare le vostre eventuali critiche ed essere certo di mantenere sempre il contatto con la realtà.

Ogni nuova etichetta avrà un suo spazio con qualche caratteristica tecnica e nota curiosa, non avrà invece la parte dedicata alla descrizione del vino perchè sono convinto che ciascuno di noi debba ricevere da una degustazione delle sensazioni proprio e non guidate da altri che possono avere diversa sensibilità, gusto, percezione olfattiva. Mi farà piacere invece ricevere i votri commenti successivi slla degustazione del vino.

... e visto che ho iniziato a distribuire da poche settimane la mia prima etichetta "Nagòtt", ecco di seguito la presentazione di questo mio vino.

Nagott la prima etichetta di La Plantze ora in distribuzione

Nagott la prima etichetta di La Plantze ora in distribuzione - La Plantze

La vigna che ospita le viti che ho usato per il mio Nagòtt è la storica vigna di Filippo Garin, impiantata nel primo dopoguerra in località Montagnine a circa 800 m. di altitudine nella municipalità di Villenenuve.

Petit Rouge, Fumin, Cornalin, Mayolet e Prementa sono i vitigni, con percentuali che variano dal 50% del primo al 5% dell'ultimo menzionato.

La vinificazione ha inizio con una leggera surmaturazione su pianta a cui fa seguito una macerazione prefermentativa a freddo che si protrae per almeno una settimana. Parte poi la fermentazione a freddo in botti di acciaio con un successivo passaggio in barrique francese per circa 18 mesi.

L'imbottigliamento dell'annata ora in commercio (2013) è avvenuto alla luna di Pasqua del 2015.

Nagòtt è un vino non filtrato.

 

Perchè ho voluto chiamare questo mio vino 'Nagòtt'? E' un'idea che ho avuto all'inizio, mentre lavoravo in cantina. Durante le impegnative sperimentazioni mi accompagna sempre la musica di van de Sfroos poco valdostano, ma anche poco convenzionale e amante della sperimentazione come me. Ai primi tentativi, esperimenti un po'  acerbi, rispondevo alle critiche un po' imbarazzate del mio mentore con: 'Niente!, non fa niente, dimmi pure tutto'. Da quel periodo iniziale le critiche si sono diradate, credo in quanto ora il mio 'Nagòtt' ha qualche cosa da dire nel panorama vinicolo valdostano, pur con un nome lombardo, ma .... Fa' Nagòtt!

  • 04/12/2016
  • Invia a un amico
La Plantze

La Plantze